Il progetto della futura Capitale dell’Egitto, annunciato nel 2015 e in fase avanzata di costruzione, è stato ideato con l’obiettivo di decongestionare Il Cairo e creare le migliori condizioni per ospitare le principali istituzioni del Paese. In questo contesto, è stata realizzata la City of Arts and Culture, un complesso urbanistico destinato a ospitare teatri, musei, biblioteche, università e in generale strutture culturali, oltre ad altre attività, su un’area di più di 500 mila metri quadrati.
L’integrazione e la sintesi tra storia, istituzionalità e contemporaneità sono alla base dell’icona-simbolo elaborata per la City of Arts and Culture. L’aquila di Saladino è stata stilizzata, riproposta in volo con la sua ombra proiettata in una forma che cita le architetture egiziane più famose al mondo, le piramidi. Il riferimento ai colori di bandiera oro e nero completano l’adesione del progetto ai codici visivi istituzionali. Il carattere tipografico scelto, Il Cairo, è un omaggio alla nuova Capitale.
L’integrazione e la sintesi tra storia, istituzionalità e contemporaneità sono alla base dell’icona-simbolo elaborata per la City of Arts and Culture. L’aquila di Saladino è stata stilizzata, riproposta in volo con la sua ombra proiettata in una forma che cita le architetture egiziane più famose al mondo, le piramidi. Il riferimento ai colori di bandiera oro e nero completano l’adesione del progetto ai codici visivi istituzionali. Il carattere tipografico scelto, Il Cairo, è un omaggio alla nuova Capitale.